Lanzillotta: Monti ha ragione. Scelta civica ascolti i suoi elettori

Roma, 29 maggio 2014 – “Monti ha ragione . L’agenda delle riforme di Renzi è quella che serve al Paese e per la quale è nata Scelta Civica. Per quanto mi riguarda aggiungo che il Pd di Renzi è quello che avrei voluto quando l’ho lasciato nel 2009. Potremmo dire allora “Missione compiuta”? Non ancora. Sappiamo infatti che il difficile comincia adesso perché le resistenze e le difficoltà contro le riforme vere e profonde non scompaiono in un attimo. Serve una pattuglia di riformatori radicali e dobbiamo interrogarci su quali siano gli strumenti migliori e più efficaci per perseguire l’obiettivo strategico del cambiamento”. È quanto afferma Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato. “L’elettorato di Sc – prosegue – ha già detto con il voto europeo che bisogna concentrare le forze perché ora le riforme si facciano davvero. E lo hanno fatto anche prendendo atto della crisi profonda che Sc attraversa da quando il presidente Monti, purtroppo con molto anticipo rispetto all’avvento del nuovo Pd di Renzi, l’ha abbandonata. I parlamentari di Sc devono ascoltare la voce dei loro elettori e diventare il drappello di punta delle riforme nell’interesse dell’Italia mettendo al servizio di questo progetto la ricchezza delle proprie competenze ed esperienze. Sul piano politico Scelta Civica deve concorrere a costruire una forza politica grande che faccia delle riforme l’agenda non di un partito piccolo ma la ragione d’ essere della maggioranza politica del Paese, in modo da rendere i risultati del voto del 25 maggio non volatile ma solido e stabile. Nei prossimi giorni decideremo il percorso ma un partito che si proclama “civico” non potrà non tenere conto della direzione che gli elettori hanno indicato” ha concluso Lanzillotta.

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter