Lavoro: consapevoli che Italia si gioca osso del collo

ROMA, 8 OTT – “Ci vuole da parte di tutti la consapevolezza e la responsabilità che l’Italia in questo momento si sta giocando davvero l’osso del collo. Noi abbiamo due problemi: l’alto debito e la bassa crescita. Per il momento i mercati ci danno ancora fiducia, ma se non creiamo le condizioni per attrarre gli investimenti per far ripartire la crescita e l’occupazione, questa verra’ meno. E per chi, come il nostro Paese, ha un livello di debito cosi’ alto, cio’ significherebbe non avere piu’ i soldi per finanziare la pubblica amministrazione, la sanita’, la sicurezza, la scuola. Questo deve essere chiaro a tutti”. E’ quanto ha affermato Linda Lanzillotta, vicepresidente Sc del Senato a Skytg24 Pomeriggio in merito al vertice sul lavoro in corso a Milano.
“Bisogna eliminare gli ostacoli che oggi allontanano gli investimenti in Italia – ha proseguito – ovvero l’incertezza dovuta a una giungla di regole sul mercato del lavoro, la lunghezza e anche l’incertezza della giustizia applicata prima di tutto ai rapporti economici e, infine, la pubblica amministrazione. Questi sono tre assi su cui bisogna fare azioni radicali e rapide: non perche’ ce lo chiede la Merkel ma perche’ sono le condizioni indispensabili per continuare ad avere la fiducia dei mercati. E per dare diritti e tutele ai milioni di disoccupati e ai precari, soprattutto giovani”. (AGI)

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter