Roma, Lanzillotta: “A Marino ora critiche ingenerose, iniziata opera di risanamento”

Roma, 5 febbraio 2015 – “Credo che le critiche rivolte al sindaco Marino siano, a questo punto, davvero ingenerose: Roma è diventata una città degradata, molto difficile da amministrare, soprattutto per gli effetti della pessima gestione degli anni passati quando, rispetto al bene comune, si è preferito curare le clientele: basta guardare agli amici e parenti piazzati nelle varie municipalizzate”. Lo ha detto Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervistata da Radio Roma Capitale. “A me sembra che Marino – ha proseguito – sulla base degli interventi previsti dal Piano di risanamento, a cui sono stati legati e condizionati i finanziamenti straordinari per Roma Capitale, ha cominciato un buon lavoro, iniziando a liquidare alcune inutili e costose società comunali. Naturalmente questi interventi creano resistenze da una parte e disagi profondi dall’altra: da una parte i vigili urbani che, dopo aver compiuto un atto inqualificabile con la “malattia di massa” per capodanno ora non accettano una sacrosanta riorganizzazione; dall’altra le insegnanti degli asilo nido che manifestano un malessere profondo che deriva dalla situazione in cui versano le scuole materne della città”. “Siamo nella fase più difficile di transizione e di risanamento – ha concluso – ma è un passaggio necessario se si vogliono rilanciare i servizi e la qualità della vita nella Capitale”.

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter