Investire sulle donne: meritocrazia, welfare e politiche di conciliazione dei tempi

Roma, 4 ottobre 2016 – La Vice Presidente del Senato, Linda Lanzillotta ha partecipato oggi a Milano a Palazzo Marino alla presentazione del Premio Valeria Solesin “Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell’economia, dell’etica e della meritocrazia nel nostro Paese”: Un concorso aperto a studentesse e studenti di tutte le Università, ispirato agli studi e ai progetti della giovane ricercatrice veneziana tragicamente scomparsa il 13 novembre 2015 nell’attentato al teatro Bataclan di Parigi. Il progetto è stato illustrato alla presenza di Luciana Milani, mamma di Valeria Solesin e realizzato con il Patrocinio del Comune di Milano, dal Forum della Meritocrazia, da Allianz Global Assistance, insieme ad altre aziende sostenitrici come Gruppo Cimbali, Metropolitana Milanese, Sanofi, illy, EY e il movimento globale 30% Club.

“Il talento femminile è un fattore determinante per lo sviluppo dell’economia, dell’etica e della meritocrazia – ha dichiarato Linda Lanzillotta – Valeria Solesin su questo tema stava portando avanti ricerche interessanti che dimostrano come le donne siano una risorsa nell’ambito familiare e in quello lavorativo, ma che questo enorme patrimonio non è valorizzato come meriterebbe. Oggi, troppo basso è il tasso di occupazione femminile e troppo poche sono le donne in posizione apicale in tutti i settori pubblici e privati. Cosa serve? Innanzitutto superare gli stereotipi, a cominciare dalla formazione che deve vedere più donne nelle scuole e nelle facoltà scientifiche e tecnologiche, e sui modelli di organizzazione del lavoro troppo rigidi per essere compatibili con la complessità della vita delle donne. E poi investire sulle donne con politiche di conciliazione dei tempi e sul welfare. Infine, affermare in tutti gli ambiti e a tutti i livelli, meccanismi di selezione meritocratici che, come è ampiamente dimostrato, avvantaggiano le donne”.

Il tema del premio è infatti inspirato, in piena condivisione con la famiglia Solesin, sia agli studi condotti da Valeria – che approfondiscono il tema del doppio ruolo delle donne, divise tra famiglia e lavoro – sia ad altre ricerche contemporanee che evidenziano gli effetti positivi di una bilanciata presenza femminile nelle aziende. L’obiettivo è quello di valorizzare giovani talenti e porre l’attenzione sia sui fattori che ancora oggi ostacolano la maggiore presenza femminile nel mercato del lavoro sia sulle buone pratiche di conciliazione introdotte dalle aziende e dalle istituzioni, in Italia e nel contesto internazionale, per favorire un’organizzazione e una cultura inclusive

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter