Pd, Lanzillotta: “Con scissione si rischia di consegnare Paese ai populisti”

Roma, 17 febbraio 2017 – “La scissione del Pd sarebbe un grave danno per il Paese. Potrebbe accadere come nel 1921 con lo scontro tra Filippo Turati e Amedeo Bordiga. Allora la scissione dei comunisti dai riformisti aprì di fatto la strada al fascismo: oggi si rischierebbe di consegnare l’Italia ai populisti”. Lo ha detto la Vice Presidente del Senato, Linda Lanzillotta intervistata all’Aria che tira su la7. “Il Pd deve essere un punto aggregante di una coalizione di centrosinistra ma certo è che questa situazione di logoramento va avanti da quando è iniziata l’era Renzi. In un partito non si può accettare che una minoranza spari a palle incatenate contro il segretario un giorno sì e l’altro pure” ha concluso Lanzillotta.
EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter