Azerbaigian-Italia: Vicepresidente Senato Lanzillotta a Baku per confermare ottimi rapporti bilaterali

Baku, 03 novembre 2017 – Incontri al massimo livello per confermare gli eccellenti rapporti fra Italia e Azerbaigian. E’ stato questo lo scopo della missione guidata dalla vicepresidente del Senato Linda Lanzillotta a Baku. La vicepresidente ha dichiarato ad “Agenzia Nova” di avere avuto insieme al senatore Massimo Mucchetti una serie di “incontri al massimo livello con il presidente della Repubblica Ilham Aliyev, la vicepresidente Meribah Aliyeva, il presidente del parlamento Ogtay Asadov, il ministro dell’Energia Natig Aliyev, il ministro degli Esteri Elmar Mammadyarov, e il presidente della societa’ energetica Socar Rovnag Abdullayev”. Su questo tema si e’ particolarmente soffermata la Lanzillotta, sottolineando che “con Socar l’Italia sta realizzato il gasdotto transadriatico (Tap) e il tema principale degli incontri e’ stato proprio l’impegno dell’Italia a realizzare entro i termini il gasdotto che e’ potenzialmente una piattaforma per tutta l’Europa”. Ci sono inoltre, prosegue la vicepresidente del Senato, “altri settori di possibile cooperazione bilaterale: nei comparti delle infrastrutture; dell’agro-industria; e del turismo. Inoltre gli azeri sono molto interessati anche allo scambio culturale e anche per noi e’ interessante osservare un modello di Islam moderato e quindi di integrazione con una rappresentanza cristiana”.

Baku, 03 novembre 2017 – “Io e il senatore Mucchetti siamo molto soddisfatti. Gli incontri sono stati molto concreti e utili e l’accoglienza e’ stata di grande calore e di amicizia nei confronti dell’Italia”, ha detto la vicepresidente del Senato, secondo cui “i giudizi azeri nei confronti della cooperazione con l’Italia sono molto positivi: c’e’ amore per tutto cio’ che e’ Italia e italiano, e c’e’ comunque un rapporto di estremo interesse per la nostra collaborazione”, in particolare “per la conclusione di questo grande progetto di distribuzione del gas che e’ il Tap e che per loro ha un’enorme potenzialita’ economica e per noi e’ una scelta irreversibile”. Secondo la Lanzillotta, infatti, “la conclusione di quest’infrastruttura e’ strategica per la diversificazione degli approvvigionamenti energetici”. Ricordando che i rapporti a livello parlamentare sono “molto intesi”, la vicepresidente del Senato ha sottolineato che “anche il governo italiano e’ molto attivo, viste le recenti visite del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e del ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti” a conferma “di quanto siano eccellenti i rapporti bilaterali”.

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter