Pubblico impiego, Lanzillotta (Sc): “Tornano vecchie logiche, si tradisce il merito”

Roma, 12 settembre 2013 – “I provvedimenti sul pubblico impiego tornano a vecchie logiche di stabilizzazione del precariato, rinviando sine die il processo di qualificazione delle amministrazioni pubbliche e il loro graduale ridimensionamento e tradendo le aspettative di giovani meritevoli che aspettano di avere l’opportunità di entrare nelle amministrazioni”. E’ quanto ha dichiarato la senatrice Linda Lanzillotta nel suo intervento al Senato esprimendo il voto favorevole di Scelta Civica alla relazione sulla finanza pubblica.

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter