Acea, Lanzillotta: “Rimane sotto controllo pubblico ma basta tasse per i romani”

Roma, 17 dicembre 2013 – “Con l’emendamento approvato ieri dalla Commissione Bilancio del Senato Acea rimane sotto il controllo pubblico. Il Comune di Roma potrà ridurre l’enorme debito di quasi 16 miliardi che viene scaricato sui contribuenti italiani mentre i romani pagano e pagheranno l’irpef e l’imu più’ alte d’Italia. L’alternativa è dichiarare il dissesto e far decidere tutto al commissario”. E’ quanto ha dichiarato Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato (Scelta Civica). “Credo che gli amministratori romani – ha concluso Lanzillotta – debbano farsi responsabilmente carico della gravità della situazione finanziaria della capitale e lasciare da parte i toni demagogici”.

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter