Privatizzazioni, Lanzillotta: “Approvato emendamento, adesso regia va a Palazzo Chigi”

Roma, 18 dicembre 2013 – La regia e la responsabilità politica del piano di privatizzazioni a cui sta lavorando il Governo si sposta dal Ministero del Tesoro a Palazzo Chigi. E’ stato approvato dalla Commissione Bilancio del Senato l’emendamento proposto dalla senatrice Linda Lanzillotta (Scelta Civica) che prevede che “la definizione ed il coordinamento temporale dei programmi di dismissione di partecipazioni in società controllate dallo Stato e da altri enti e società pubbliche attuati dal Ministero dell’economia e delle finanze spetta ad un comitato di ministri, presieduto dal Presidente del Consiglio e composto, inoltre, dal Ministro dell’economia e delle finanze, dal Ministro dello sviluppo economico e da altri eventuali ministri competenti per materia. Nello svolgimento di tali funzioni, il Comitato si avvale del Comitato permanente di consulenza globale e di garanzia per le privatizzazioni”.”E’ importante evitare di ripetere gli errori del passato, le dismissioni devono massimizzare i ricavi ma tenere nel dovuto conto gli aspetti industriali e quelli di apertura dei mercati – ha spiegato Lanzillotta intervenendo in aula annunciando il voto favorevole, ma con molte riserve, di Scelta Civica al decreto legge Salva-Roma. “Le privatizzazioni non possono avere un approccio puramente finanziario e tecnocratico, come è stato fatto in passato – ha concluso Lanzillotta – ma devono essere inquadrate in un piano più ampio per valorizzare l’industria italiana e aprire alla concorrenza”

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter