Pedaggi, Lanzillotta a Lupi: “Spieghi gli aumenti, necessario un ruolo più forte all’Autority”

Roma, 8 gennaio 2014 – Le tariffe autostradali aumentate a partire dal 1 gennaio appaiono poco trasparenti per la senatrice di Scelta Civica, Linda Lanzillotta che con un’interrogazione urgente al ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi ha chiesto chiarimenti sulle procedure che hanno determinato questi aumenti. “Le convenzioni legano gli aumenti tariffai a tre parametri oggettivi – ricorda Lanzillotta – il recupero dell’inflazione fino al 70% (nel 2013 ai minimi, all’1,2%), la remunerazione degli investimenti effettuati sulla rete e la remunerazione delle nuove operazioni. La dichiarazione del Ministro in merito al contenimento dell’aumento dei pedaggi rispetto alle richieste dei concessionari – continua Lanzillotta – sembra in contrasto con il fatto che le convenzioni sono legate ai parametri oggettivi nè si comprendono gli elementi di discrezionalità sulla cui base si è svolta la trattativa evocata dal Ministro per calmierare gli aumenti”.

Lanzillotta quindi chiede a Lupi di rendere più trasparenti “i criteri di questi aumenti” e soprattutto di affidare alla Autorità per i Trasporti un vero ruolo di monitoraggio e controllo degli investimenti. “Chiediamo al Ministro di farsi promotore di una modifica delle funzioni dell’ Autorità dei trasporti affinché, ferme restando le clausole delle convenzioni vigenti, possa esserle attribuita la competenza relativa alla loro concreta applicazione sulla base di procedure oggettive, indipendenti e trasparenti” ha concluso Lanzillotta.

Leggi il testo dell’interrogazione

EmailFacebookGoogle+LinkedInTwitter