Archivio tag: Berlusconi

Elezioni, Lanzillotta: “Casini porterà in dote solo se stesso”

Roma, 5 febbraio 2014 – “Casini porterà in dote Casini perché credo che quello che è stato il suo elettorato non lo seguirà nell’ennesima giravolta”. E’ quanto ha detto Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervenendo alla trasmissione l’Aria che tira su La7. “Berlusconi si sta preparando alla nuova legge elettorale e sta ramazzando qualsiasi cosa per raggiungere la soglia del 37% – ha spiegato l’esponente di Scelta Civica – con Casini che si è dimostrato il solito trasformista. Certo poi bisogna governare e non solo mettere insieme tutto ciò che si riesce a raccattare. Resto convinta – ha concluso Lanzillotta – che Scelta Civica alle scorse elezioni sia stata più penalizzata che premiata dall’alleanza con il leader dell’Udc”.

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): “Patenti di etica pubblica da chi non ha neanche studiato le norme”

Roma, 2 Novembre 2013 – Ritornando sulla decisione della giunta per il Regolamento in merito al voto palese per la decadenza prevista dalla legge Severino, Linda Lanzillotta ha osservato come “siano stupefacenti  i commenti non solo di esponenti politici, che ovviamente assumono posizioni pro domo loro, ma da quelli di importanti editorialisti che, prescindendo totalmente dai dati di fatto e di diritto, danno patenti di etica pubblica e di giustizialismo”. “Comprendo che la questione giuridica è complessa e sottile non essendovi norme specifiche nel regolamento del Senato – prosegue il Vice Presidente di Palazzo Madama – ma proprio per questo sarebbe stata doverosa da parte di tutti una valutazione scrupolosa di questi aspetti, come io ho tentato di fare, e non seguire logiche puramente politiche”.
“Personalmente ho agito così poco in nome di un pregiudiziale antiberlusconismo che, come ho già detto, sarei stata favorevole a che la Giunta delle elezioni rimettesse alla Corte costituzionale la legge Severino per valutare la costituzionalità della  norma relativa alla cosiddetta retroattività della decadenza”. “Non ho dubbi – ha proseguito l’esponente di Scelta Civica – che la norma sia costituzionale ma, visto che autorevoli giuristi come Onida e Capotosti, hanno osservato che la questione non è manifestamente infondata io avrei interpellato la Consulta. E sarò pronta a votare a favore, a voto palese, se una proposta in questo senso sarà avanzata in aula quando si discuterà la relazione della Giunta delle elezioni sulla decadenza di Berlusconi”.

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): “No al cambio regole contra personam”

Roma, 14 Ottobre 2013 – “Il voto segreto su persone ha storicamente tutelato la libertà di giudizio dei singoli parlamentari. Personalmente come sono contraria alle leggi ad personam sono contraria alle norme contra personam”. È quanto afferma Linda Lanzillotta, vice presidente del Senato (Scelta Civica) e membro della giunta per il regolamento che domani si dovrà esprimere in merito alla richiesta del voto palese sulla decadenza del senatore Silvio Berlusconi.

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): no a cambio del regolamento ad personam

Roma, 17 settembre 2014 – “Personalmente sono favorevole a procedure che garantiscono la trasparenza ma sono contraria alla modifica di norme regolamentari ad personam”. È quanto ha dichiarato Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato e membro della giunta per il regolamento di Palazzo Madama in merito alla proposta di introdurre il voto palese sulla decadenza del senatore Silvio Berlusconi. “Nessuno né in questa né nelle precedenti legislature ha sentito mai l’esigenza – prosegue Lanzillotta – di proporre di modificare norme nate a tutela della libertà del singolo senatore dai condizionamenti dei partiti quando si tratta di esprimersi su singole persone. Eppure in passato – continua Lanzillotta – ci sono stati casi altrettanto delicati sul piano politico. Oggi la proposta del voto palese – conclude l’esponente di Scelta Civica – per essere accolta dovrebbe vedere in una settimana il consenso unanime dei gruppi parlamentari: il rispetto delle regole e il garantismo non possono andare a corrente alternata”.

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): “Ok al calendario, Basta paralizzare il Paese”

Roma, 12 settembre 2013 – “Il calendario deciso dalla Giunta sul caso Berlusconi va benissimo e Scelta Civica ha contribuito attivamente a trovare delle soluzioni procedurali che evitassero il precipitare dello scontro tra Pd e Pdl, riaffermando il principio di legalità, cioè che la legge è uguale per tutti, ed una interpretazione non elusiva della legge Severino”. Lo ha detto nella diretta di Skytg24 Linda Lanzillotta, Vice presidente del Senato. “Adesso con il paese sotto osservazione, con lo spread che è ricominciato a fluttuare – ha proseguito – ci auguriamo che ci sia un clima più sereno anche perché le date coincidono anche con la scrittura e la presentazione della legge di Stabilità un documento fondamentale per mettere in sicurezza i conti e rilanciare il Paese. Proprio per questo bisogna evitare che si paralizzi l’azione del governo e che la stabilità non si trasformi in immobilismo ma serva per affrontare le emergenze del Paese”.

Legge Severino, Lanzillotta (Sc): “Non possiamo tradire la promessa di legalità fatta ai cittadini”

Roma, 4 settembre 2013 – “La Legge Severino è stata approvata dalla stessa maggioranza che oggi sostiene il governo Letta, senza che venissero mai sollevate obiezioni circa la costituzionalità neppure con riferimento alle norme sulla decadenza; né è mai stata messa in discussione l’applicabilità di quelle norme sui reati commessi prima dell’entrata in vigore della legge”. È quanto ha dichiarato Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervenendo alla trasmissione Omnibus su La7. “D’altra parte se così non fosse, dati i tempi della giustizia italiana – spiega l’esponente di Scelta Civica – la legge Severino si applicherebbe di fatto tra 15 anni perché tanto ci vorrebbe per avere sentenze definitive per reati compiuti dopo la sua approvazione. Non era questo l’effetto della legge anticorruzione che i partiti, compreso il Pdl, avevano sbandierato in campagna elettorale. Oggi – ha concluso – non è possibile tradire la promessa di legalità fatta solo 10 mesi fa”.

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): “Ok approfondimenti, ma no allungare i tempi in modo strumentale”

Roma, 4 settembre 2013 – “Sulla decadenza di Berlusconi da senatore è necessario muoversi con prudenza perché si tratta di una materia delicatissima che riguarda i diritti politici dei cittadini. Oggi si tratta dei diritti di Berlusconi, domani potrebbe riguardare qualsiasi altro parlamentare”. È quanto ha dichiarato Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervenendo alla trasmissione Omnibus su La7. “Tuttavia – ha proseguito l’esponente di Scelta Civica – una volta che si è convinti, come io sono, del fondamento costituzionale della legge Severino non si possono accettare posizioni strumentali e dilatorie. Nel fatto in questione – ha concluso – ritengo che i reati fiscali compiuti da personalità che hanno avuto grandi responsabilità istituzionali sono particolarmente gravi anche per l’esempio dato ai cittadini: sarebbe inaccettabile mostrare compiacenza per reati di questa natura”.