Archivio tag: bilancio

Partecipate, Dlgs incardinato in I commissione Senato

Roma, 18 mag – La riforma delle società partecipate, contenuta nel decreto legislativo P.a. a firma della ministra Marianna Madia, è stato incardinata in commissione Affari costituzionali al Senato.
Lo riferiscono fonti parlamentari. Nella seduta di oggi ha svolto la sua relazione la relatrice, Linda Lanzillotta (Pd).
La 1a commissione del Senato, insieme alla commissione Bilancio alla Camera, dalla prossima settimana svolgerà probabilmente un ciclo di audizioni sul testo.

Presentato ddl in materia di Istruttoria e trasparenza dei giudizi di legittimità costituzionale

Le recenti sentenze della Corte Costituzionale hanno fatto emergere con chiarezza l’esigenza che, dopo la riforma del 2012 che ha inserito in Costituzione l’obbligo del pareggio di bilancio,  tutto il sistema istituzionale operi nel rispetto di questi nuovi vincoli che tra l’altro derivano direttamente dalla nostra appartenenza all’UE. Ciò riguarda anche la Corte Costituzionale, cui spetta assicurare l’equilibrio tra i diversi principi e valori costituzionali. Per questo ho presentato insieme ad altri senatori PD un ddl  con cui si prevede, tra le altre cose, che quando la soluzione della questione di costituzionalità possa implicare maggiori oneri o minori entrate per i bilanci pubblici la Corte può chiedere all’Ufficio parlamentare di bilancio una relazione sugli effetti finanziari dell’eventuale dichiarazione di illegittimità costituzionale.

Leggi il ddl che ho presentato

Federalismo, Lanzillotta (Sc): “Basta soldi dallo Stato, i comuni taglino le spese inutili”

Roma, 9 Ottobre 2013 – “Dopo la richiesta di soccorso al Governo del sindaco di Roma, Ignazio Marino, per oltre 850 milioni di euro, adesso anche Milano per bocca di Giuliano Pisapia scopre che deve reperire circa 500 milioni di euro entro fine anno. Sarà. Ma Roma e Milano, e prima ancora Napoli e Catania, incarnano anche se su piani diversi, il fallimento di una certa politica locale”. È quanto scrive Linda Lanzillotta vice presidente del Senato in un intervento pubblicato nella sua newsletter e rilanciata da formiche.net.

“I comuni in questi anni, nell’ottica di un federalismo invocato e poi abbandonato, hanno rivendicato, giustamente, maggiore autonomia. Ma hanno dimenticato – scrive l’esponente di Scelta Civica – che autonomia significa anche assunzione piena della responsabilità. Così come quando si commette un reato la colpa è individuale, appare davvero strano questo “canto del cigno” messo in atto dai sindaci delle città che, per loro inefficienze, poi chiedono alla collettività di correre in loro soccorso. È un tema che non entra nel dibattito politico” – annota Lanzillotta.

“Il decentramento amministrativo è stato il must del secolo scorso, ma i danni che sta causando rischiano di pagarle le future generazioni. I nostri sindaci dovrebbero avere più coraggio e mettere in atto quella spending review spesso invocata ma quasi mai attuata. Eliminare gli sprechi, le assunzioni clientelari, ripulire il bilancio di spese inutili tra consulenze, notti bianche e viaggi promozionali in giro per il mondo. E ancora liberalizzare i servizi locali avendo anche il coraggio di sciogliere società carrozzoni che il più delle volte sono dei mangiasoldi. Chi rivendica autonomia sappia cominciare ad essere autonomo anche nella gestione delle difficoltà e della res publica. Sarebbe più serio per tutti” – conclude il Vice Presidente del Senato.