Archivio tag: Italicum

Pd, Lanzillotta a Letta: “Perché non hai sfidato Renzi alle primarie, su Italicum decisione più che matura”.

Roma, 28 aprile 2015 – “Rispetto moltissimo Enrico Letta ma non ho capito perché non abbia partecipato alle primarie del Pd: ero quello il modo e il momento per affermare la sua leadership in alternativa al progetto renziano” Lo ha detto Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervistata a Coffee Break su la7. “Renzi ha impresso una svolta alle riforme sia nei contenuti che nei tempi per la loro attuazione” , ha proseguito la senatrice del Partito Democratico. “Sull’Italicum ci sono stati diversi passaggi parlamentari ed interni al partito: il testo è stato modificato più volte accogliendo anche molte indicazioni della minoranza del Pd, e adesso deve essere approvato. Da otto anni discutiamo senza successo su come modificarla – ha concluso Lanzillotta – e avere un sistema elettorale efficiente è importante anche dal punto di vista economico perché serve a dare all’estero e agli investitori un segnale di stabilità politica del Paese”

Italicum, Lanzillotta: “No a fiducia, ma non si torna indietro”

Roma, 15 aprile 2015 – “La legge elettorale è stata oggetto di una lunghissima elaborazione e anche di una faticosa mediazione all’interno del Pd, ora è arrivato il momento di decidere” Lo ha detto Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato durante la trasmissione Omnibus su La7. “Mi auguro – ha aggiunto – che non si ricorra al voto di fiducia, questa è una valutazione che spetterà al Governo. Quello che appare evidente è che non si può tornare indietro, ricominciare a discutere e perdere altro tempo prezioso perché, ad oggi, non abbiamo una legge elettorale. La minoranza del Pd si deve rendere conto che ha una grande responsabilità. Sembrerebbe incomprensibile agli italiani che, nel momento in cui ci sono i primi segnali di ripresa economica, noi ci fermassimo tre mesi per fare la campagna elettorale perché c’è uno scontro interno al Pd. Penso che questo gli italiani lo considererebbero demenziale” ha concluso Lanzillotta.