Archivio tag: Lanzillotta

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): no a cambio del regolamento ad personam

Roma, 17 settembre 2014 – “Personalmente sono favorevole a procedure che garantiscono la trasparenza ma sono contraria alla modifica di norme regolamentari ad personam”. È quanto ha dichiarato Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato e membro della giunta per il regolamento di Palazzo Madama in merito alla proposta di introdurre il voto palese sulla decadenza del senatore Silvio Berlusconi. “Nessuno né in questa né nelle precedenti legislature ha sentito mai l’esigenza – prosegue Lanzillotta – di proporre di modificare norme nate a tutela della libertà del singolo senatore dai condizionamenti dei partiti quando si tratta di esprimersi su singole persone. Eppure in passato – continua Lanzillotta – ci sono stati casi altrettanto delicati sul piano politico. Oggi la proposta del voto palese – conclude l’esponente di Scelta Civica – per essere accolta dovrebbe vedere in una settimana il consenso unanime dei gruppi parlamentari: il rispetto delle regole e il garantismo non possono andare a corrente alternata”.

Scelta Civica, Lanzillotta: “Siamo sentinelle contro i corporativismi”

Caorle, 15 settembre 2013 – “Scelta Civica è nata per essere motore e sentinella del cambiamento, per vincere le molteplici resistenze corporative che condizionano lo sviluppo del Paese. Questo è il nostro percorso che dobbiamo seguire con convinzione chiamando ad una rivoluzione civica gli italiani che sono scontenti di certa politica”. E’ quanto ha sottolineato nel suo intervento a Caorle per la festa di Scelta Civica il vice presidente del Senato, Linda Lanzillotta. “Il nostro ruolo all’interno della maggioranza è proprio questo – ha proseguito – dobbiamo stare attenti che il governo del fare non diventi il governo del disfare come ha segnalato il presidente Monti. E gli esempi purtroppo non mancano: dalle provincie che in teoria si cancellano con una riforma costituzionale ma poi riappaiano nuovamente, al pubblico impiego dove per stabilizzare centomila precari si bloccano i concorsi pubblici e l’accesso per merito a tanti giovani che possono essere una risorsa per modernizzare la pubblica amministrazione”.

Berlusconi, Lanzillotta (Sc): “Ok al calendario, Basta paralizzare il Paese”

Roma, 12 settembre 2013 – “Il calendario deciso dalla Giunta sul caso Berlusconi va benissimo e Scelta Civica ha contribuito attivamente a trovare delle soluzioni procedurali che evitassero il precipitare dello scontro tra Pd e Pdl, riaffermando il principio di legalità, cioè che la legge è uguale per tutti, ed una interpretazione non elusiva della legge Severino”. Lo ha detto nella diretta di Skytg24 Linda Lanzillotta, Vice presidente del Senato. “Adesso con il paese sotto osservazione, con lo spread che è ricominciato a fluttuare – ha proseguito – ci auguriamo che ci sia un clima più sereno anche perché le date coincidono anche con la scrittura e la presentazione della legge di Stabilità un documento fondamentale per mettere in sicurezza i conti e rilanciare il Paese. Proprio per questo bisogna evitare che si paralizzi l’azione del governo e che la stabilità non si trasformi in immobilismo ma serva per affrontare le emergenze del Paese”.

Centro: Lanzillotta (Sc), “Con Udc quadro comune, in Ue più vicini a Ppe e Alde”

Roma, 12 settembre 2013 – “La situazione e’ molto più complessa di quanto si legge da qualche parte: Scelta civica e’ una formazione giovane, che crede nel trasversalismo delle forze riformatrici. Nei mesi scorsi abbiamo lavorato per costruire una piattaforma che andasse oltre il momento elettorale che ci ha visti insieme all’Udc, con l’obiettivo di approdare ad un soggetto politico permanente capace di sostanziarsi anche oltre quella che fu l’originaria ‘Agenda Monti’. Questo e’ un progetto nel quale crediamo profondamente”. Lo dice all’Adnkronos Linda Lanzillotta, vice presidente del Senato, componente del coordinamento politico di Scelta civica, in merito a quanto accade nelle formazioni che fanno capo a Casini e Monti. “In questo quadro -aggiunge- vedo certamente l’Udc, con l’identificazione nei soggetti politici europei, fra i quali, però, di sicuro non vedo il Partito socialista europeo. Invece, e’ da tenere presente quanto sta accadendo in termini di avvicinamento tra i liberaldemocratici dell’Alde e il Ppe. Questo e’ il quadro di riferimento”.

C’e’ chi vede diversi ‘montiani’ attratti dal ‘magnete’ Renzi?

“Al momento -sostiene Lanzillotta- si tratta di scenari tutti da verificare. La situazione e’ ben piu’ complessa e si chiarirà solo nei prossimi mesi, anche alla luce di quanto sta accadendo nel Pdl. Tuttavia, non credo che Renzi abbia bisogno di ‘schegge’ di Scelta civica, anche se non si può escludere che il Sindaco di Firenze, nel momento in cui divenisse segretario di un partito grande come il Pd, potrebbe andare ‘a caccia’ di figure ad alto tasso di riformismo”.

 

Pubblico impiego, Lanzillotta (Sc): “Tornano vecchie logiche, si tradisce il merito”

Roma, 12 settembre 2013 – “I provvedimenti sul pubblico impiego tornano a vecchie logiche di stabilizzazione del precariato, rinviando sine die il processo di qualificazione delle amministrazioni pubbliche e il loro graduale ridimensionamento e tradendo le aspettative di giovani meritevoli che aspettano di avere l’opportunità di entrare nelle amministrazioni”. E’ quanto ha dichiarato la senatrice Linda Lanzillotta nel suo intervento al Senato esprimendo il voto favorevole di Scelta Civica alla relazione sulla finanza pubblica.

Governo, Lanzillotta (Sc): “Ora stabilità non sia nuovo immobilismo”

Roma, 11 settembre 2013 – “Da più parti, a partire da Confidustria, si fa appello alla stabilità politica per garantire il nostro paese di fronte agli investitori internazionali. E’ giusto: ma la stabilità non si trasformi in immobilismo”. E’ quanto sostiene Linda Lanzillotta, vice presidente del Senato. “Adesso che anche grazie alla soluzione trovata da Scelta Civica -prosegue – il caso Berlusconi è rientrato nei giusti binari, non bisogna tergiversare e cominciare a scrivere una legge di Stabilità che punti alla riduzione dei costi per imprese e lavoratori, attraverso riduzioni di spesa e non con altre tasse. Non c’è tempo da perdere: bisogna avviare le riforme per la competitività”.

“Anche le discussioni su un probabile Letta bis sembrano stucchevoli – conclude Lanzillotta – per quanto ci riguarda ritengo che non possiamo ripetere la stagione dei ‘responsabili’ alla Scilipoti. La stabilità politica non è solo una questione di numeri e Scelta Civica non potrebbe stare in un ipotetico governo con i fuoriusciti del M5S, né tantomeno appoggiare le posizioni radicali di Sel: non sono forze che appoggerebbero quello che noi reputiamo indispensabile per l’Italia”.

Berlusconi: Sc, pregiudiziali in giunta contro regolamento Senato

Roma, 10 Settembre 2013 – Scelta civica ritiene che la presentazione di pregiudiziali in giunta per le elezioni siano un fatto contrario al regolamento tanto del Senato (art.43), quanto della giunta stessa. A tal fine ha chiesto al presidente Pietro Grasso di ”valutare e approfondire” questo aspetto e questa sera formalizzerà la richiesta in giunta che, al di là della volontà del relatore, Andrea Augello ”si discuta e si voti sulle tre pregiudiziali esposte ieri dal relatore considerandole a tutti gli effetti la sua relazione”. Lo hanno dichiarato il vicepresidente del Senato Linda Lanzillotta (Sc) e capogruppo di Scelta civica in giunta, Benedetto della Vedova. ”Scelta civica pone una questione tecnica e allo stesso tempo politica – spiega Lanzillotta – che il presidente Grasso deve valutare e approfondire. In base all’art.43 del regolamento del Senato in giunta non e’ possibile porre delle pregiudiziali perché queste impedirebbero di fatto alla giunta di svolgere il proprio ruolo che e’ quello di riferire all’Aula del Senato la propria posizione. Nei casi di decadenza e ineleggibilità la giunta riferisce all’Aula cui spetta la decisione finale. Le pregiudiziali in giunta se approvate rappresenterebbero un’accelerazione che impedirebbe alla giunta stessa di svolgere il proprio ruolo”. ”Questa sera chiederò formalmente che al di la’ della volontà del relatore Augello di inserire pregiudiziali o sospensive, si consideri quanto Augello ha scritto e letto ieri sera come la sua relazione e si proceda alla discussione e al voto di conseguenza” ha aggiunto Della Vedova.

Lanzillotta (Sc): “Altra maggioranza non va oltre la legge elettorale”

Roma, 06 Settembre 2013: “Ascoltando il mondo dell’imprenditoria e della finanza riunito a Cernobbio la preoccupazione maggiore è l’ipotesi di una crisi al buio”. È quanto ha osservato Linda Lanzillotta, vice presidente del Senato intervenendo a Sky Tg 24.  “Se è vero che non si può andare a votare ancora una volta con questa legge elettorale – ha aggiunto – ritengo che non possiamo ripetere la stagione dei responsabili alla Scilipoti. Non credo che un Governo Letta appoggiato dai ” responsabili” o “volontariosi” possa fare molto di più che la riforma elettorale. La stabilità politica non è solo una questione di numeri”

Legge Severino, Lanzillotta (Sc): “Non possiamo tradire la promessa di legalità fatta ai cittadini”

Roma, 4 settembre 2013 – “La Legge Severino è stata approvata dalla stessa maggioranza che oggi sostiene il governo Letta, senza che venissero mai sollevate obiezioni circa la costituzionalità neppure con riferimento alle norme sulla decadenza; né è mai stata messa in discussione l’applicabilità di quelle norme sui reati commessi prima dell’entrata in vigore della legge”. È quanto ha dichiarato Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervenendo alla trasmissione Omnibus su La7. “D’altra parte se così non fosse, dati i tempi della giustizia italiana – spiega l’esponente di Scelta Civica – la legge Severino si applicherebbe di fatto tra 15 anni perché tanto ci vorrebbe per avere sentenze definitive per reati compiuti dopo la sua approvazione. Non era questo l’effetto della legge anticorruzione che i partiti, compreso il Pdl, avevano sbandierato in campagna elettorale. Oggi – ha concluso – non è possibile tradire la promessa di legalità fatta solo 10 mesi fa”.