Archivio tag: letta

Pd, Lanzillotta a Letta: “Perché non hai sfidato Renzi alle primarie, su Italicum decisione più che matura”.

Roma, 28 aprile 2015 – “Rispetto moltissimo Enrico Letta ma non ho capito perché non abbia partecipato alle primarie del Pd: ero quello il modo e il momento per affermare la sua leadership in alternativa al progetto renziano” Lo ha detto Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervistata a Coffee Break su la7. “Renzi ha impresso una svolta alle riforme sia nei contenuti che nei tempi per la loro attuazione” , ha proseguito la senatrice del Partito Democratico. “Sull’Italicum ci sono stati diversi passaggi parlamentari ed interni al partito: il testo è stato modificato più volte accogliendo anche molte indicazioni della minoranza del Pd, e adesso deve essere approvato. Da otto anni discutiamo senza successo su come modificarla – ha concluso Lanzillotta – e avere un sistema elettorale efficiente è importante anche dal punto di vista economico perché serve a dare all’estero e agli investitori un segnale di stabilità politica del Paese”

Governo, Lanzillotta: “Sembra evaporato, Renzi si assuma responsabilità”

Roma, 5 febbraio 2014 – “Finché non si inverte la tendenza alla decrescita, alla mancanza di politiche per il lavoro, alla fiscalità che opprime le imprese, non ci sarà un cambio di orientamento nel rapporto con le istituzioni e, per questo, che diciamo che o Renzi si assume subito la responsabilità di dare una spinta al Governo o, quando sarà a pieno regime la legge elettorale, lui al Governo non ci andrà perché i cittadini non mangiano la legge elettorale e nemmeno saranno soddisfatti dall’eliminazione del Senato”. È quanto ha detto Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato intervenendo alla trasmissione l’Aria che tira su La7. “Il Governo – ha proseguito l’esponente di Scelta Civica – sembra evaporato e Renzi deve essere consapevole che, avendo scelto un percorso lungo come quello delle riforme istituzionali, si deve occupare in prima persona del Governo per dargli quella spinta senza la quale non avrà il riconoscimento dell’elettorato”.

Governo, Lanzillotta (Sc): “Ora stabilità non sia nuovo immobilismo”

Roma, 11 settembre 2013 – “Da più parti, a partire da Confidustria, si fa appello alla stabilità politica per garantire il nostro paese di fronte agli investitori internazionali. E’ giusto: ma la stabilità non si trasformi in immobilismo”. E’ quanto sostiene Linda Lanzillotta, vice presidente del Senato. “Adesso che anche grazie alla soluzione trovata da Scelta Civica -prosegue – il caso Berlusconi è rientrato nei giusti binari, non bisogna tergiversare e cominciare a scrivere una legge di Stabilità che punti alla riduzione dei costi per imprese e lavoratori, attraverso riduzioni di spesa e non con altre tasse. Non c’è tempo da perdere: bisogna avviare le riforme per la competitività”.

“Anche le discussioni su un probabile Letta bis sembrano stucchevoli – conclude Lanzillotta – per quanto ci riguarda ritengo che non possiamo ripetere la stagione dei ‘responsabili’ alla Scilipoti. La stabilità politica non è solo una questione di numeri e Scelta Civica non potrebbe stare in un ipotetico governo con i fuoriusciti del M5S, né tantomeno appoggiare le posizioni radicali di Sel: non sono forze che appoggerebbero quello che noi reputiamo indispensabile per l’Italia”.

Lanzillotta (Sc): “Altra maggioranza non va oltre la legge elettorale”

Roma, 06 Settembre 2013: “Ascoltando il mondo dell’imprenditoria e della finanza riunito a Cernobbio la preoccupazione maggiore è l’ipotesi di una crisi al buio”. È quanto ha osservato Linda Lanzillotta, vice presidente del Senato intervenendo a Sky Tg 24.  “Se è vero che non si può andare a votare ancora una volta con questa legge elettorale – ha aggiunto – ritengo che non possiamo ripetere la stagione dei responsabili alla Scilipoti. Non credo che un Governo Letta appoggiato dai ” responsabili” o “volontariosi” possa fare molto di più che la riforma elettorale. La stabilità politica non è solo una questione di numeri”

Dl Lavoro, Lanzillotta (Sc): “Votiamo a favore ma non siamo soddisfatti”

Roma, 31 luglio 2013 – “Votiamo a favore del decreto sul lavoro ma non siamo soddisfatti, perché il provvedimento non contiene affatto quelle misure strutturali in grado di rilanciare davvero il tema dell’occupazione e, in particolare, di quella giovanile per la quale il premier Letta ci dice di essere preoccupato tanto da aver imposto il tema in più occasioni durante i consigli europei”. È quanto ha dichiarato la senatrice Linda Lanzillotta esprimendo il voto a favore di Scelta Civica della conversione in legge del decreto su lavoro e iva in discussione a Palazzo Madama. “Ci preoccupa anche il rinvio a settembre del confronto con le parti sociali – conclude  Lanzillotta – questa tendenza al rinvio non fa bene al governo e noi come Scelta Civica incalzeremo su questi temi l’esecutivo perché tutte le riforme che possono aiutare ad agganciare la crescita devono avvenire al più presto perché altrimenti anche questo spiraglio di ripresa evidenziato dal ministro Saccomanni rischia di non essere a beneficio della nostra economia”.